Tag Archive for video contest

Innovazione: sostantivo femminile

Innovazione: sostantivo femminile.

È questo il nome del bando regionale che per il secondo anno consecutivo si propone di sostenere la creazione e lo sviluppo di idee e progetti innovativi da parte delle donne, promuovendo la creatività e la valorizzazione del capitale umano femminile, attraverso il supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle piccole e medie imprese. Coinvolte in particolare quelle operanti nei settori Aerospazio, Scienze della Vita, Beni culturali e tecnologie della cultura, Agrifood, Industrie creative digitali, Green Economy e Sicurezza. Requisito necessario: le donne in società devono detenere almeno il 51% delle quote di partecipazione e rappresentare almeno il 51% del totale dei componenti dell’organo di amministrazione (in caso di cooperative o società di persone, il numero delle donne socie non deve essere inferiore al 60%, indipendentemente dalle quote detenute).

C’è tempo dal 7 settembre fino al 15 ottobre 2015 per candidarsi e cercare di essere tra i progetti che riceveranno un contributo massimo di 30.000€, a fronte del milione di euro stanziato dal bando.

La modulistica ad esso relativa è reperibile qui, e per la compilazione delle domande è previsto un supporto anche presso gli sportelli Donna Forza 8 ideati dalla Regione Lazio.

 

Fin qua un po’ di aspetti tecnici relativi al bando, presentato lo scorso lunedì con un evento tenutosi presso l’hotel Radisson Blu di Roma, in via Turati.

Platea prevalentemente femminile, come del resto gli speaker intervenuti e moderati da Laura Tassinari, Direttore BIC Lazio.

Aprono l’incontro i video premiati al video contest “Innovazione: sostantivo femminile”, lanciato proprio per fare da introduzione all’evento. Per la cronaca:

Terze classificate a pari merito Diana Piemari Cereda con A World in a Bag – Why wait e Laura Monti e Francesca Laudani con A day with Lady IoT; seconda Marina Bellini con il futuristico Binary City; prima classificata a furor di popolo Maria Iovine con l’emozionante Favole in aggiornamento, scelto anche per aprire questo post.

Introduce il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ricordando come ci sia “un divario da colmare: il dovere etico di garantire l’opportunità di contrastare nell’ imprenditoria e nell’ accesso al lavoro delle discriminazioni palesi e odiose” consapevoli che “solo una società che riconosce fino in fondo le differenze, il valore della persona, della peculiarità e della forza delle donne possa essere competitiva e più matura”.

Proseguono l’Assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, e Rosanna Bellotti Direttore Regionale per lo Sviluppo economico e le Attività produttive Regione Lazio, che entrano nel merito del bando.

Chiudono la sessione le testimonianze dirette delle imprenditrici presenti, chiamate a condividere la loro esperienza sul tema dell’innovazione femminile: Micaela Pallini (AD Pallini SpA); Anna Amati (Vice Presidente Meta Group); Simonetta Cavalieri (Presidente Social Innovation Society); Maria Amata Garito (Rettore Uninettuno).

Cercate l’innovazione attorno a voi. L’innovazione nasce dai bisogni.

Questo il monito di Anna Amati, che con uno storytelling semplice ed efficace ha raccontato i momenti della sua vita in cui l’innovazione ha bussato alla sua porta, spingendola al cambiamento.

Micaela Pallini ha parlato della sua vita di “moglie con la valigia”, tra famiglia e viaggi commerciali all’estero in qualità di Amministratore Delegato dell’azienda di famiglia.

Simonetta Cavalieri ha poi sottolineato la capacità tutta femminile di saper “cambiare un’azienda in velocità”, come capitò a lei in Lauda Air nel 2001.

Infine Maria Amata Garito ha elencato i tre ingredienti del suo successo come donna e imprenditrice: competenza, entusiasmo e rispetto degli altri nelle relazioni professionali.

Begli gli spunti motivazionali, a conclusione di un meeting interessante e stimolante.