Perché il mio blog si è piantato

 

E niente, siccome mi è preso un colpo a vedere che il mio ultimo post risaliva a quasi un anno fa, mi son detta:

Non si faaa!!!

 

Almeno una gentile spiegazione sarebbe gradita a chi, per caso, passasse di qua e respirasse aria di abbandono.

 

Allora, in ordine è successo questo:

  1. Ho ripreso a lavorare in modo più costante. Consulenze, progetti a breve/medio termine, ma insomma, cose che si sono aggiunte al mio idillio domestico col primo bimbo (non scolarizzato) e che, fortunatamente, mi hanno tenuta abbastanza impegnata.
  2. Come diceva Britney ai tempi d’oro, l’ho fatto ancora: siccome un bimbo (non scolarizzato) non mi bastava, ho fatto il secondo. E adesso siamo nella fase appena successiva al rientro a casa, con una “normalità” tutta da riprogettare e un calendario editoriale volutamente in stand-by. Anche se non potevate saperlo prima di questo post.Oops, I did itagain
  3. Mi sono dedicata a studiare un po’: in particolare, visto che il bimbo (non scolarizzato) andrà a scuola a settembre prossimo, mi sto facendo una cultura sul tema dell’education. Leggo tante cose belle, chissà come sarà l’impatto con la realtà!…

Confido di poter tornare a parlarvene presto, ma comunque, o voi che vi imbattete in questo post, per qualsiasi cosa mi trovate:

  • su NetworkMamas per darvi una mano con i vostri piccoli grandi dubbi su comunicazione e social media
  • su LinkedIn, dove potrete vedere cosa combino a livello lavorativo in questo momento, seguendo i link hai progetti che curo.
  • su Facebook, dove continuo a condividere qualcosa di interessante che leggo qua e là, un giorno o l’altro.

See ya! Bisous 🙂